Saldo & Stralcio
Finanziamenti Ipotecari

LA GRAVE CRISI ECONOMICA CONSEGUENTE ALLA PANDEMIA

 

Le analisi condotte dagli autorevoli fonti (Bankitalia) disegnano un panorama estremamente preoccupante circa l’andamento economico nel periodo post pandemia nel nostro paese, essenzialmente identificato nel periodo tra la fine del 2021 e il 2023.

 

Il nostro paese rischia una spaccatura pericolosa, da una parte i soggetti che beneficeranno della ripartenza dell’economia, dall’altra tutti quelli che soffriranno gli effetti disastrosi della crisi pandemica.

 

Particolarmente allarmistica la situazione relativa ai mutui casa che rischieranno di non essere onorati e alle conseguenti azioni esecutive imposte alle banche per scongiurare una crisi sistemica finanziaria come quella del 2008, con il rischio di potenziali fallimenti da parte di istituti di credito.

 

A tale scopo il sistema finanziario bancario è corso ai ripari dotandosi di strumenti operativi altamente efficaci per fronteggiare l’imminente ondata di insolvenze sul pagamento dei mutui casa.

 

In pratica saranno assolutamente più tempestive le procedure esecutive per espropriare gli immobili e concretizzare le vendite all’asta o dirette in caso di operatività della “clausola di inadempimento”.

 

Le misure varate dal governo per supportare imprese e privati dalle drammatiche conseguenze economiche della pandemia giungeranno presto al termine e sanciranno l’inevitabile crisi.

 

Le principali misure in corso e che andranno a conclusione sono:

 

-         Blocco dei licenziamenti

-         Blocco dei mutui per autonomi e privati in crisi lavorativa

-         Blocco degli espropri immobiliari esecutivi

-         Blocco delle cartelle esattoriali

-         Sostegni economici per imprese e autonomi

-         Sgravi fiscali

 

Bankitalia ha stimato che il 38% delle famiglie italiane ha serie difficoltà nel riuscire a pagare la rata mensile del mutuo.

Tale dato si impenna laddove ci si riferisce a lavoratori autonomi, 52%, o a chi lavora nel commercio e nella ristorazione, 64%.

Bankitalia stima che sono a rischio di procedure esecutive circa 1.5 milioni di immobili privati, ma il dato potrebbe essere drammaticamente inferiore al dato reale.

 

In conclusione sono drammaticamente tantissimi gli italiani a rischio di insolvenza mutuo.

 

LE CONSEGUENZE

 

1. Risoluzione del contratto di mutuo con l’obbligo di restituzione immediata dello scaduto + residuo

2.  Costituzione in mora da parte dell’istituto di credito con l’attivazione dei conseguenti interessi di           mora, quindi inizio crescita de debito.

3.  Addebito spese di recupero ed esecuzione

4.  Pignoramento immobiliare e Messa all’asta dell’immobile

5.  Addebito spese tecniche asta e perizia immobile (15/20% valore di vendita)

6.  Vendita all’asta dell’immobile SVALUTATO rispetto all’acquisto e quindi al mutuo

7.  Perdita della casa

8.  Permanenza di un Debito Residuo crescente (interessi + procedure esecutive)

9.  Pignoramento stipendio/pensione/beni, per recupero debito residuo

10. Segnalazione presso registri cattivi pagatori

11. Impossibilità di avere finanziamenti anche di piccola entità

12. Impossibilità di avere carte di credito, di debito e libretti assegni

13. Difficoltà di accesso a contratti di affitto

14. Difficoltà di accedere a contratti di utenze domestiche

15. Coinvolgimento nelle conseguenze di garanti, fidejussori ed EREDI.


LA SOLUZIONE

 

Nel caso di sopraggiunta impossibilità di pagare le rate del mutuo onde evitare di incorrere nelle conseguenze sopracitate è possibile accedere alla procedura di SALDO E STRALCIO.

 

Tale procedura consentirà, sia a privati che a imprenditori di attivare una procedura capace di risolvere definitivamente il debito accumulato e azzerarne le conseguenze, rendendo il cliente libero finanziariamente di ricostruirsi una vita.

 

I passaggi della procedura comprenderanno:

 -         Valutazione dell’impugnabilità del contratto di mutuo in presenza di eventuali illeciti finanziari.

 -         Negoziazione di un vantaggioso saldo es tralcio, subordinato alla vendita dell’immobile, in tanti casi, anche delle sola “nuda proprietà”, beneficiando così della possibilità di continuare ad abitarvi ad oltranza.

 -         Vendita in autonomia dell’immobile.

 -         Definizione dell’estinzione del debito e/o della rinuncia agli atti da parte della Banca

 -         Cancellazione sui registri cattivi pagatori e accesso al credito.

 -         Riabilitazione del proprio merito creditizio e nuovo accesso al credito


Consult Professional grazie al proprio team di professionisti qualificati, quali consulenti del debito, avvocati, revisori finanziari e agenti immobiliar, sarà in grado di tutelare i propri clienti sino al raggiugimento dell'obbiettivo.

 

Segnalaci il tuo caso per un Chek-Up gratuito