WORK SHOW

Il Finanziamento del Contenzioso (TPLF - Third Party Litigation Funding) è un' operazione economico-giuridica con la quale un ente investitore investe pro-soluto nel contenzioso di terze parti assumendosi tutti o parte dei costi e tutto o parte del rischio dell’esito della procedura.

Il ritorno dell’investimento è subordinato al buon esito della procedura ed è usualmente calcolato in misura percentuale rispetto al risultato ottenuto oppure in un multiplo del capitale investito.

Può essere finanziato ogni tipo di contenzioso giudiziale, stra-giudiziale o arbitrale, in ambito contrattuale, commerciale o societario, nazionale o internazionale, da instaurare o già instaurato,  purché possegga i seguenti requisiti:

- VALIDA CAUSA D'AZIONE
- MECCANISMO DI ESECUZIONE EFFICACE
- CONTROPARTE SOLVIBILE
- RAGIONEVOLE PROFITTO COMMISURATO AI RISCHI SOSTENUTI

AREE DI INTERVENTO:

CONTROVERSIE BANCARIE E/O FINANZIARIE

CONTROVERSIE ASSICURATIVE

CONTROVERSIE CONTRATTUALI

RECUPERI PER PROCEDURE CONCORSUALI

RECUPERO CREDITI

CONTROVERSIE SOCIETARIE

CONTROVERSIE INTERNAZIONALI

Possono accedere al Finanziamento del Contenzioso

Grandi imprese - PMI - Imprese individuali - Professionisti

Low Firm - In House Consel - Ausiliari giudiziari


Nel finanziamento del contenzioso aziendale vi è una soglia minima relativa al capitale oggetto della contesa, al di sotto della quale il finanziamento seppur giuridicamente meritevole è considerato antieconomico.

Grazie al nostro Know-how nell'ambito dei fondi nazionali e internazionali siamo in grado di valutare finanziamenti non solo per big sized claims ma anche middle sized claims, ovvero quelli di entità minore più diffusi nel mercato interno.

Una completa due diligence rappresenta la base essenziale per il successo delle iniziative di finanziamento dei contenziosi.

Sono esclusi dal finanziamento solo i casi in cui non vi sono ragionevoli prospettive di successo, quando il successo non sia quantificabile o quando il budget totale stimato del contenzioso è troppo alto rispetto al possibile pay-out

SPESE AMMESSE AL FINANZIAMENTO

ONORARI AVVOCATO

Fiduciario del cliente o in mancanza

suggerito da CP


ONORARI CONSULENTI DI PARTE

Medici legali - Medici specialistici - Periti


CTU (Consulente Tecnico di Ufficio)

Perito nominato dal Giudice adito o ATP


SPESE PROCESSUALI

Contrubuto Unico - Bolli - Diritti Mediazione - Arbitrato 


SPESE DI SOCCOMBENZA

In caso di INSUCCESSO, spese legali di controparte


CON IL TPLF IL CLIENTE E' TOTALMEMTE PROTETTO DAL 

RISCHIO DEL CONTENZIOSO


MODALITA' OPERATIVA

1- PRE-ANALISI 

Inizialmente effettuiamo una analisi preliminare per verificare l'idoneità del caso per accedere alla domanda di finanziamento e identificare il fondo interessato.

La pre-analisi non impegna il cliente a sottoscrivere contratti per la fornitura di servizi onerosi da parte di CP.



2. MANDATO DI CONSULENZA

Superata positivamente la fase 1, il cliente sarà libero di decidere se dare mandato a CP per la ricerca e l'intermediazione di un fondo disponibile a finanziare la propria controversia. 



3 - FINANZIAMENTO & AZIONE

Identificato il fondo disponibile, lo stesso darà autonomamente corso a tutte le procedure preliminari e di Due-diligence previste per valutazione approfondita e definitiva dell'investimento



AL TEMINE DEL PROCEDIMENTO

IN CASO DI SUCCESSO
Il Cliente riceverà il proprio profitto al netto dei costi, delle spese legali e del compenso del Finanziatore
IN CASO DI INSUCCESSO
Il cliente non dovrà pagare ulteriori somme e il Finanziatore potrà essere tenuto al pagamento delle spese di soccombenza.